Memoria e diversità

La memoria come culto delle diversità Le ronde degli anni 30 parlavano una lingua molto simile alle ronde di oggi. La caccia all’ebreo, allo zingaro, al diverso. Il potere, oggi come ieri, è figlio di un’antropologia per bianchi normodotati e si sente in diritto di criminalizzare la diversità. La memoria, quindi, non può più essere un giorno, o lo sterile … Continua a leggere