Biancaneve e i sette minatori verticalmente svantaggiati

    di Maria G. Di Rienzo “Non sopportava la separazione”. Perciò uccide la moglie. “Era una brava persona. Per lui la cosa più importante era la famiglia” Perciò uccide moglie e figli. “Non mi risulta che avesse comportamenti violenti” Anche se aveva precedenti penali per lesioni gravissime ed  una pistola non denunciata, con cui usava minacciare la donna che … Continua a leggere