i “quattro sassi” di Zaia

Luca Zaia ha definito la zona archeologica di Pompei come “quattro sassi”. Per chiedere soldi al Veneto si è sentito in dovere di disprezzare uno dei patrimoni dell’umanità, indegnamente custodito dal nostro paese, perchè nella logica leghista anche la più giusta richiesta, i soldi per l’alluvione come l’anno scorso i soldi per Vallà di Riese, deve essere deformata ideologicamente dallo schema fisso Nord contro Sud. Il tasso di fanatismo dei leghisti è giunto ad un livello spaventoso, ma purtroppo la subcultura secessionistica che alimentano da decenni è penetrata nel corpo della società veneta senza trovare grosse resistenze. Il loro ideologismo va smascherato come tale, e va denunciata l’inconcludenza e la dannosità di una politica veneta basata sulla presa di distanza dal resto del paese.

Luca De Marco

i QUATTRO SASSI

pompei2.jpgPompei_634-06-28-38-9784.jpgPompei_169-10-56-32-6035.jpg

i “quattro sassi” di Zaiaultima modifica: 2010-11-11T12:19:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento