Lettera aperta Al Questore Carmine Damiano

La Tribuna di Treviso

Raid degli skin, chiuso Tocchetto

Massimo Guerretta

MONTEBELLUNA. Un gazebo di Forza Nuova in piazza, e l’osteria da Tocchetto a pochi passi. Scintille inevitabili, secondo la Digos: così ieri mattina il questore ha disposto la chiusura preventiva, da oggi a domenica sera, dell’osteria oggetto, soltanto dieci giorni fa, di un violentissimo raid degli skin. Carmine Damiano è stato categorico: per evitare ulteriori problemi ha utilizzato l’articolo 100 del testo unico sulla pubblica sicurezza. Il provvedimento è stato notificato al titolare di Tocchetto, Enzo Berdusco, ieri mattina: «Per noi il weekend rappresenta quasi l’intero incasso della settimana, è quasi una sanzione indiretta – spiega con amarezza – capisco le esigenze delle forze dell’ordine, ma per noi è una mazzata. Non conosco il reale motivo della chiusura, i carabinieri mi hanno spiegato che non si tratta di una punizione, ma di un provvedimento per la sicurezza dei cittadini e del vicinato. E forse anche di me stesso». La tensione in città è altissima: 10 giorni fa il blitz degli skin da Tocchetto, durante un raduno nazionale degli skaters, con 5 giovani finiti in ospedale. Appena quatto giorni dopo la «vendetta» al Crazy Cat, devastato con una mazza. «C’è già stato il raid punitivo nei confronti di uno studio tattoo, ora diamo una stretta a questo clima di tensione», commenta il questore. Il blitz degli skin di sabato scorso non è passato inosservato: in 16 sono stati identificati, 7 giovani sono stati denunciati. Ma nel weekend un gazebo di Forza Nuova in piazza rischiava di alimentare nuove tensioni. «Speriamo che chiudendo il locale per questo weekend i problemi finiscano – chiude Enzo – forse il provvedimento vuole salvaguardare anche me». Secondo la Digos la probabilità di scontri era altissima.

Lettera aperta Al Questore Carmine Damianoultima modifica: 2010-10-22T20:58:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento