rotonda in zona industriale vittorio-conegliano

L’ACCORDO DI PROGRAMMA VA RADICALMENTE MESSO IN DISCUSSIONE: IL COMUNE DI VITTORIO SI ATTIVI IN CONCRETO E NON SOLO A PAROLE

 Siamo contenti  che l’assessore Fasan sia venuto sulle nostre posizioni e chieda ora che la realizzazione della rotatoria di accesso alla Zona Industriale sia svincolata dal centro commerciale. Se ci avesse pensato, anziché sottoscrivere l’accordo capestro pro-centro commerciale e spostare in avanti di tre anni e mezzo l’opera, probabilmente i lavori sarebbero già in corso.

Ricordiamo infatti che è stata l’Amministrazione Comunale di Vittorio Veneto, assieme alla Provincia e ai comuni di Conegliano e Colle Umberto, a chiedere per iscritto nell’ottobre scorso alla Regione di intraprendere una procedura straordinaria, di accordo di programma in deroga , per sistemare la faccenda del centro commerciale.  L’accordo, che poi l’Amministrazione Comunale ha firmato e fatto approvare dalla maggioranza  in Consiglio Comunale, prevede che la rotatoria venga DOPO il centro commerciale, che la sua realizzazione sia affidata non all’ente pubblico ma all’Impresa Tonon, e che per quanto riguarda i tempi di realizzazione si prevedono 18 mesi per la progettazione definitiva ed esecutiva, e altri 18 mesi dopo l’approvazione del progetto da parte dell’Anas (che ha 90 gg per esprimersi), e dopo che siano a posto tutte le procedure urbanistiche e gli espropri. In totale almeno 3 anni e mezzo ad essere molto ottimisti.

Avevamo per questo già posto la questione, sia in Consiglio Provinciale sia pubblicamente, di rivedere i termini dell’accordo di programma per sganciare la realizzazione di un’opera pubblica importante come la rotonda da un’opera molto discutibile e di interesse privato come la realizzazione del nuovo centro commerciale, del quale non si avverte alcuna urgenza e necessità. 

L’Amministrazione Comunale di Vittorio Veneto ha preferito invece andare avanti con un accordo capestro che, per soddisfare le esigenze della parte privata, non solo altera la tempistica degli interventi in base alle priorità di un solo privato e non dei cittadini tutti, ma addirittura, per motivare il ricorso ad un accordo di programma tra enti pubblici, ha cancellato il finanziamento che la Regione aveva concesso il 22 dicembre scorso al Comune di Conegliano per finanziare la rotonda in Zona Industriale e la sistemazione dell’incrocio semaforico del Menarè, 460.000 euro, dirottando quei fondi sulle piste ciclabili. Se dunque si dovranno attendere anni e non mesi per poter avere la rotonda non è per colpa del caso, ma per precise scelte amministrative fatte anche dall’Amministrazione Comunale di Vittorio Veneto. In parole povere, si è sacrificata l’urgenza della rotonda all’urgenza di soddisfare le richieste del privato che rivendica la costruzione del centro commerciale: per poter dare una veste di interesse pubblico all’accordo, era necessario inserire un’opera fondamentale per la sicurezza della viabilità dell’area come la rotonda. Ma siccome il vero intento dell’accordo è quello di consentire al privato di realizzare il centro commerciale, nelle condizione a lui più favorevoli, si pospone la rotonda alla realizzazione del centro commerciale.

Allora oggi si devono fare altre scelte amministrative concrete e nuove, e chiedere agli altri firmatari di rivedere, o cancellare, l’accordo di programma.  Il Comune di Vittorio Veneto è tra i firmatari dell’accordo, dunque non ci si può limitare a chiedere a parole qualcosa che nei fatti si è negato firmando l’accordo. A maggior ragione invochiamo atti concreti, se è vero che il Comune di Vittorio Veneto non ha risposta alla lettera di Unindustria, che dopo la nostra segnalazione ha chiesto che vengano mantenuti gli impegni presi già anni per una celere realizzazione della rotatoria. Si facciano dunque scelte conseguenti e passi ufficiali per chiedere agli altri firmatari la radicale rimessa in discussione di quell’accordo.

Dopo le parole dell’Assessore, nuove e giuste, ora vedremo se seguiranno i fatti.

In questo senso chiederemo nuovamente che si muova anche la Provincia di Treviso.

Luca De Marco

Consigliere provinciale Sinistra Ecologia Libertà

rotonda in zona industriale vittorio-coneglianoultima modifica: 2010-07-30T11:27:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento