il coraggio dell’UDC

Fondo anticrisi: l’UDC dica le stesse cose anche in Consiglio Provinciale

elleka~1.jpgIeri sulla stampa locale il segretario provinciale dell’UDC, Gianna Galzignato, chiedeva alla Provincia di rifinanziare il fondo anticrisi, esaurito già da settimane. L’UDC ha due consiglieri provinciali e un’assessore, quello all’istruzione.

Siamo contenti che l’UDC convenga con noi sull’esigenza di rifinanziare il bando anticrisi della Provincia, ormai esaurito da settimane. Abbiamo sollevato più volte questa esigenza, sia nella commissione che abbiamo fatto convocare sulla questione, sia in sede di consiglio provinciale chiedendo che una parte dei 14 e passa milioni accantonati dell’avanzo di amministrazione 2009 venisse da subito impiegata per rifinanziare il bando, anche in forme rinnovate e più efficaci, magari raccordandosi con le iniziative analoghe messe in piedi da tanti comuni. Non abbiamo però avuto nessun sostegno nè sentito alcuna opinione, su questa richiesta, da parte dei consiglieri dell’UDC.
Auspichiamo d’ora in poi che l’UDC non si limiti, come è suo costume, a parlare solo attraverso la stampa e restare silente in consiglio, ma trovi il coraggio e la forza di prendere la parola all’interno della sede istituzionale deputata, cioè il consiglio provinciale. Dopotutto, in parlamento gli esponenti dell’UDC dimostrano capacità di autonomia e di critica, anche votando, da ultimo, contro il federalismo demaniale.

Oggi Muraro risponde alla Galzignato che di queste cose si decide in Giunta, e neppure lì l’UDC ha chiesto nulla.

Non è del resto la prima volta che l’UDC parla solo sui giornali, e in aula non apre bocca.

Come possano esserci forze politiche, del centrosinistra, che inseguono come un miraggio l’alleanza con questa coraggiosissima forza politica, è davvero un mistero.

Luca De Marco

consigliere provinciale SEL

il coraggio dell’UDCultima modifica: 2010-05-21T10:09:16+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento