Soldi pubblici

In Provincia non c’è crisi per i contributi al ciclismo

muraro_bicicletta_HP.jpgIeri in sera la commissione sport e tempo libero del Consiglio Provinciale ha approvato l’erogazione di contributi per 300.000 Euro per due manifestazioni ciclistiche, con l’astensione di PD e PNE e il voto contrario dei gruppi della Sinistra. Si tratta di 100.000 euro per i campionati europei di Mountain Bike di fine giugno, 200.000 per la “Settimana Tricolore di ciclismo”, i campionati italiani di ciclismo, nella seconda metà di giugno.

Pur riconoscendo la grande passione per il ciclismo dei trevigiani e il grande indotto economico dell’industria della bicicletta, abbiamo rilevato come in un momento di grave crisi socio-economica che tocca anche i cittadini trevigiani, e di forti ristrettezze economiche per le casse pubbliche, l’erogazione di contributi così cospicui non possa essere deliberata con leggerezza. Nell’ultimo Consiglio Provinciale avevamo proposto che la Provincia rifinanziasse, pur in forma rinnovata, il fondo anticrisi per aiutare i lavoratori e le famiglie in difficoltà, utilizzando almeno un milione dei 14 che la Giunta ha deciso di accantonare dall’avanzo di amministrazione, a fronte del calo delle entrate nelle casse provinciale che si sta registrando anche quest’anno. Avevamo inoltre proposto, in un ordine del giorno contro i tagli alla scuola decisi dal governo, che la Provincia destinasse risorse aggiuntive per far fronte alla carenza di risorse che costringe le scuole a chiedere soldi alle famiglie degli studenti. Tutte proposte non accettate dalla maggioranza.

Quella stessa maggioranza non si fa poi problema di stanziare 300.000 per manifestazioni sportive certamente importanti e da sostenere, ma che potrebbero essere finanziate in misura anche inferiore, chiedendo agli organizzatori di farsi carico di una maggiore sobrietà nelle spese, magari riducendo le ingenti spese di pubblicità e marketing. Per questo abbiamo chiesto in commissione di approfondire la questione, per verificare la possibilità di ridurre le spese delle manifestazioni e il contributo della Provincia. Proposta non accettata dall’Assessore Speranzon.

E’ stato inoltre rilevato, anche da esponenti di maggioranza come il capogruppo PDL Gianpiero Favaro, come i contributi vengano erogati senza che la Provincia abbia alcuna voce in capitolo sulle modalità e sulle scelte organizzative delle manifestazioni. Si pone un problema sul modo nel quale le risorse pubbliche vengono impiegate in un momento difficile come questo. Anziché ponderare ogni intervento di spesa e agire con oculatezza affinché possa costituire un effettivo sostegno al tessuto socio economico provinciale, l’impressione è che si preferisca elargire generosamente contributi pubblici contrattando quanti spazi sul palco e sul materiale pubblicitario siano riservati all’Amministrazione Provinciale e al suo presidente.

Ci consola il fatto che almeno in questo caso la Lega non abbia fatto problema nel finanziare la Settimana tricolore del ciclismo.

A questo punto, se esiste questa grande disponibilità di risorse nelle casse della Provincia ci sentiamo di ribadire la richiesta di un intervento immediato a favore dei lavoratori colpiti dalla crisi.

 

Luca De Marco

Consigliere provinciale Sinistra Ecologia Libertà

Soldi pubbliciultima modifica: 2010-05-12T10:39:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento