Scuola del PDL:Tagli & censure

il problema della scuola sono i tagli, non certo la partecipazioni dei presidi agli incontri pubblici 

Gelmini.jpgI giovani del PDL chiedono al dirigente scolastico provinciale Giuliana Bigardi le dimissioni del Preside del Liceo Canova, colpevole di aver partecipato ad un incontro pubblico sui temi della scuola organizzato dai giovani del PD.

 Ci dispiace che i giovani berlusconiani non abbiano di meglio da fare che interpellare il dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale per chiedere la testa di un Preside. Da una parte si dimostra di quanta e quale cultura “liberale” siano portatori questi giovani, dall’altra non capiamo perché invece nelle loro richieste ai rappresentanti del Ministero dell’Istruzione i giovani del PDL non si occupino piuttosto dei tagli paurosi previsti dal Ministero, e della distribuzione dei tagli al personale docente che a livello regionale penalizzano fortemente le scuole della Provincia di Treviso. Forse vorrebbero una scuola pubblica demolita, impoverita e con dirigenti coperti e allineati, entusiasti dei tagli alle risorse e al personale e pronti a cantare “meno male che Silvio c’è”.

Dopo il nostro ordine del giorno contro i tagli del Governo, presentato al Consiglio Provinciale di mercoledì scorso e sostenuto dall’Assessore ma non dalla maggioranza, domani la commissione edilizia scolastica del consiglio provinciale incontrerà alle 17,30 la dott.ssa Bigardi per approfondire la questione dei tagli. Crediamo che questa sia l’emergenza della scuola e degli studenti, non certo queste polemichette utili solo a distogliere l’attenzione dalla vera emergenza nella quale stanno facendo precipitare la scuola pubblica.

 Luca De Marco

consigliere provinciale Sinistra Ecologia e Libertà

 

Scuola del PDL:Tagli & censureultima modifica: 2010-05-05T11:35:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento