lega&razzismo

Muraro contro i lavoratori: dov’è finita l’umanità e la giustizia ?

 

Il Presidente della Provincia di Treviso Muraro risponde alla nostra richiesta di rifinanziare il fondo anticrisi e di estenderne i criteri di ammissione promettendo di rimpinguare il fondo, ma negando la possibilità di concedere aiuti a chi non abbia la nazionalità italiana.

Quello di Muraro e  della Lega è solo uno sciocco razzismo istituzionale. Il caso della Lavoro&Lavoro è emblematico di tante situazioni che stanno emergendo. Lavoratori regolari, che in alcuni casi lavorano qui da più di 10 anni, che non hanno mai creato alcun problema di sorta, che si trovano per colpe non loro a non venire pagati da mesi da  un datore di lavoro che non produce nemmeno le carte per poter chiedere la cassa integrazione (che ricordiamo viene pagata con i soldi dei lavoratori, dunque anche con i soldi dei lavoratori stranieri), ora vivono una situazione drammatica, con l’impossibilità di pagare le bollette o l’affitto o le rate del mutuo. Non possono contare, per ovvie ragioni, sulla rete famigliare che in casi come questi interviene  a soccorrere chi è nato e ha la famiglia qui da sempre. Eppure con i loro contributi previdenziali hanno contribuito a pagare le pensioni erogate dall’INPS, e quando hanno acquistato un’automobile hanno pagato l’IPT, la tassa provinciale, contribuendo al bilancio della Provincia, così come pagando l’IRPEF hanno contribuito alle casse dei comuni, della Regione e della Provincia.

Quale motivo allora per escluderli da un bando che non promette milioni ma solo un aiuto fino a 1000 euro alle famiglie in difficoltà, se non  una totale assenza di umanità e di senso della giustizia ? Sarebbero questi, i leghisti, i campioni della civiltà cristiana, che si  mettono a erigere croci in giro per i prati e poi disprezzano l’assunto fondamentale della fratellanza tra esseri umani ? ogni riferimento al cristianesimo, in bocca a questi leghisti, è puramente blasfemo.

Se Muraro ritiene che la provincia debba aiutare solo i trevigiani doc (magari fissando i criteri in modo preciso: basta un genitore trevigiano o ne servono due ? e fa lo stesso essere nati in Sinistra o Destra Piave ? Se uno aveva i nonni toscani ha qualche penalizzazione ?), allora chieda anche che le tasse alla Provincia non le versino i trevigiani non doc.

Il candidato alla Regione, Luca Zaia, che ci martella con l’ambiguo slogan “prima il Veneto”, condivide questa impostazione xenofoba, e dobbiamo aspettarci, in caso di sua vittoria, una nuova stagione di discriminazioni e di propaganda contro gli stranieri, da additare come causa di tutti i mali per nascondere l’incapacità della politica di dare risposte all’altezza della drammaticità della crisi in corso ?

Abbiamo già chiesto la convocazione della commissione consigliare per discutere del fondo anticrisi. Siamo in attesa della sua convocazione e che Muraro venga a spiegare le ragioni di questo ennesimo triste atto di discriminazione e insensibilità civile.

 Luca De Marco, consigliere provinciale

Sinistra Ecologia e Libertà

 

lega&razzismoultima modifica: 2010-03-25T10:38:06+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento