Fondo anticrisi

 IL FONDO ANTICRISI DELLA PROVINCIA SI STA ESAURENDO: FA RIFINANZIATO E RILANCIATO

 finiti soldi.jpg

Il fondo provinciale per l’aiuto alle famiglie e ai lavoratori colpiti dalla crisi si avvìa all’esaurimento.

Sulle 624 istanze di contributo pervenute ed esaminate finora, 450 sono state accolte mentre 224, praticamente un terzo, sono state respinte. Altre 92 domande sono in corso di esame.

Dei soldi stanziati, 500.000, ne restano 50.000. Questo significa che, se delle 92 domande ne verranno accolte due terzi, cioè secondo la media delle precedenti, il fondo è praticamente esaurito.

Chiederemo come gruppi della sinistra che venga convocata al  più presto una commissione per affrontare il tema del rifinanziamento del fondo, dato che la situazione di crisi non è certo terminata ma anzi entra in una fase di sofferenza sociale ancora più acuta, con lo scadere per molti lavoratori della cassa integrazione, delle modalità di diffusione del bando e della sua integrazione con altre iniziative simili, e dei criteri utilizzati per l’ammissione delle domande. Ricordiamo che il bando provinciale è stato riformulato già una prima volta, accogliendo in parte le nostre richieste, stante la sostanziale inefficacia della prima formulazione. Permane però il requisito anti-immigrati della cittadinanza italiana e della residenza in provincia da almeno cinque anni, come se le conseguenze della perdita del lavoro riguardassero solo i cittadini italiani e non anche chi è nato in un altro paese ma vive, lavora e paga le tasse da anni in provincia di Treviso. Chiederemo dunque che si trovino le forme per rilanciare e rendere più utile ed efficace il fondo provinciale anti-crisi.

 

Luca De Marco

Consigliere provinciale Sinistra Ecologia Libertà

Fondo anticrisiultima modifica: 2010-03-02T12:39:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento