Il clima e l’odio

di Maria G. Di Rienzo

ansa_Reggio.jpg

Qualcuno ha detto che i magistrati sono “antropologicamente diversi” dal resto degli appartenenti alla specie umana. Qualcuno biasima la magistratura ogni qualvolta viene colto con le mani nel sacco a corrompere, rubare, ingannare, colludere e si tenta di farlo rispondere di ciò come qualsiasi altro cittadino italiano. Qualcuno usa deridere e disumanizzare i magistrati che devono occuparsi dei suoi processi usando il proprio impero televisivo (ancorché illegale) e la libidine di servilismo che i media tutti mostrano nei suoi confronti. Qualcuno sta tentando di distruggere la Costituzione Italiana, e con essa l’indipendenza della magistratura, per salvare se stesso e i propri sodali dai processi suddetti.

Qualcuno, le rare volte in cui i suoi misfatti vengono messi all’indice da qualcun altro, commissiona telegiornali ed articoli “ad hoc” in cui chi protesta viene definito assassino o mandante morale di assassinio.

(Esempio di servizio pubblico, TG 2 : “Abbiamo qualche apprendista stregone, evidentemente. La Storia – si dice – una volta tragica quando concede repliche diventa una farsa. Ma cosa accadrebbe se ci fosse un percorso inverso, dalla farsa alla tragedia?

Cosa accadrebbe se un mattino, un brutto mattino, qualcuno, ascoltati quegli insulti, quelle male parole contro Tizio o contro Caio, premesse un grilletto all’improvviso?”)

Oggi, 3 gennaio 2010, appare sui giornali questa notizia:

Un ordigno artigianale ma ad alto potenziale, composto da una bombola con 20 chili di gas liquido alla quale era stato applicata una quantità ancora imprecisata di tritolo ed una miccia, è esploso nella notte fra sabato e domenica davanti all’ingresso dell’ufficio del Giudice di pace di Reggio Calabria, in prossimità del portone della Procura. Erano le cinque del mattino e fortunatamente nessun passante si trovava nella zona quando c’è stata la deflagrazione.

Se la logica non è un’opinione, i telegiornali di oggi chi biasimeranno per questo fatto?

Chi l’ha commesso, o il suo “mandante morale”? Forse qualcuno ha ascoltato troppo in questi anni “insulti e male parole” sugli individui “antropologicamente diversi” e disumani, e poi ha acceso la miccia all’improvviso?

Il clima e l’odioultima modifica: 2010-01-03T14:43:25+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento