Vallà: ignobile speculazione leghista

 

La Lega specula su Vallà come Berlusconi sull’Abruzzo

  

Sulle macerie di Vallà la Lega ha inscenato una orribile speculazione politica.

 

Le parole di Umberto Bossi, secondo il quale il Governo deve dare i soldi perché Riese ha contribuito al successo elettorale della Lega, sono del tutto indegne di un Ministro della Repubblica. I soldi per la ricostruzione dei danni non devono essere stanziati in base al peso elettorale che la Lega ha nel governo ma in base alle esigenze oggettive e ai danni subiti a causa della calamità. Un uragano non fa più danni se colpisce un comune a maggioranza leghista piuttosto che un comune dove i cittadini votano in altra direzione.

L’intervento delle istituzioni non deve essere un piacere fatto a questo o quel partito, o a questo o a quel ministro. La Lega con il suo comportamento legittima tutti quegli aspetti deleteri della politica italiana, il privilegiare gli amici degli amici nella distribuzione del denaro pubblico, che a parole diceva di voler combattere e che si volevano attribuire solo al modo di fare di altre parti del paese.

Come accaduto per Berlusconi con il terremoto in Abruzzo, ora la Lega ha inteso prendere il territorio devastato di Vallà come palcoscenico per le proprie passerelle e promesse.

Speriamo non finisca come per l’Abruzzo, dove il Governo è riuscito a stanziare molto meno di quanto stanziò Prodi per il terremoto di Marche e Umbria. Con la differenza che quella volta Prodi non si precipitò sul luogo per farsi riprendere e fotografare, ma lavorò da uomo delle istituzioni e andò solo mesi dopo sui luoghi del terremoto.

 

Luca De Marco

Sinistra Democratica

Vallà: ignobile speculazione leghistaultima modifica: 2009-06-20T15:24:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento