Uragano a Vallà: servono risposte

Disastro di Vallà: dopo un sopralluogo Sinistra Democratica chiede interventi immediati per il rimborso dei danni e per la bonifica dei terreni
vallà.jpg
Sabato pomeriggio i consiglieri provinciali di Sinistra Democratica, Stefano Dall’Agata e Luca De Marco, accompagnati da Ernesto Rinaldo, si sono recati sui luoghi del disastro a Vallà di Riese per rendersi conto direttamente della situazione.
La violenza delle devastazioni è impressionante. Parlando con i cittadini di Vallà e con gli imprenditori agricoli più colpiti dal disastro, è emersa l’urgenza di riposte veloci, efficaci e certe da parte delle istituzioni.
L’ultima cosa di cui si ha bisogno in questi casi è il rimpallo di responsabilità e le baruffe di cui si stanno rendendo protagonisti Zaia e Galan.
E’ emerso anche il rischio di una certa sottovalutazione dell’entità dei danni subiti dalla popolazione del territorio colpito. Lo spazio che l’informazione dei media nazionali ha riservato al caso è del tutto insufficiente e sproporzionato. E il fatto che l’arrivo del capo della Protezione Civile venga annunciato per la fine della prossima settimana, cioè a due settimane dall’evento, desta forti perplessità. Non c’è infatti abitazione o attività danneggiata che non veda all’opera volontari o imprese per la ricostruzione. C’è il rischio dunque che Bertolaso venga a visionare i risultati della ricostruzione piuttosto che i danni subiti, e che si perda il senso della vastità e gravità dell’evento.
“Le istituzioni devono muoversi in fretta e trovare le risorse per riparare i danni alle abitazioni e per consentire la continuità delle attività colpite – hanno dichiarato i consiglieri Dall’Agata e De Marco – una sottovalutazione della situazione di Vallà sarebbe del tutto ingiustificabile”. I consiglieri chiederanno la convocazione della commissione consigliare competente della Provincia per valutare l’impegno dell’Ente dopo le prime misure. Con particolare attenzione affinché l’impegno chiesto sui mutui alle Banche non si traduca in una occasione di pubblicità per qualche istituto bancario e non si traduca in un esborso da parte delle casse provinciali senza una adeguata partecipazione all’impegno da parte delle banche stesse.
E altresì con il fermo proposito di richiedere agli Enti superiori, Regione e Stato, la massima attenzione e disponibilità, anche economica, per dare risposta ai bisogni di un territorio che, oltre ai danni economici propriamente quantificabili, ha subito un danno ambientale serio. Basti pensare solo alle coperture in composti di amianto che il vento ha disseminato ovunque, e alla necessità quindi di un serio intervento di bonifica dei terreni.

Uragano a Vallà: servono risposteultima modifica: 2009-06-16T23:25:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento