Il nostro 1°Maggio nelle parole di Vasco Rossi

* da www.sinistraeliberta.it

 

Si dovrebbe dire “amministrare”. Sarebbe più corretto.
Dalle mie parti “governare” s’intende accudire gli animali.

p50100331Il tradizionale concerto del Primo Maggio a Piazza San Giovanni quest’anno vedrà la partecipazione davvero straordinaria di Vasco Rossi. La rock star italiana ha personalmente chiesto di essere presente al Primo Maggio 2009 proponendo il tema artistico di quest’anno: “Il mondo che vorrei“.

Vasco esprime i suoi pensieri e timori  con una lettera, che di seguito riportiamo, e durante la conferenza stampa ribadisce il suo malcontento nei confronti dell’attuale situazione italiana, concentrandosi soprattutto sul problema della sicurezza sul lavoro, tema per il quale è stata istituita Vasco Rossiuna raccolta fondi finalizzata all’istituzione di borse di studio per gli orfani dei morti sul lavoro. Vasco Rossi ha inaugurato la raccota con una donazione di 100.000,00 €, perchè “la beneficienza bisogna farla con il proprio portafoglio“. Le morti bianche sono una realtà purtroppo quotidiana. Sergio Castellitto, presentatore di questa edizione del concerto del Primo Maggio, l’ha descritta bene, con poche ma efficacissime parole, quando ha citato “quei figli e quelle figlie che hanno visto il loro padre, la loro madre, uscire per andare a lavoro la mattina e non l’hanno visto ritornare alla sera”.

 


Caro 1° maggio.
Sono felice di partecipare anch’io quest’anno alla festa.
Per me è un “ritorno”.
Sono passati 10 anni da quando mi acco
gliesti tra le tue braccia rock.
Ne è passata di acqua sotto i ponti.
Per me è andata sempre bene e torno con riconoscenza.
Peccato che per il nostro paese non si possa dire altrettanto.
Non vedo un bel clima in giro.
La crisi economica e, soprattutto, la difficoltà per molti di arrivare a fine mese. Ma anche le conquiste di libertà e convivenza civili, faticosamente raggiun
te negli ultimi decenni, rimesse in discussione, addirittura a rischio di annullamento.
Non tira una bella aria e non è certo il mondo che vorrei.
Non mi occupo di politica e “governare” tra l’altro è un termine che non ho mai gradito.
Tu sai quanta
importanza hanno per me le parole.
Si dovrebbe dire “amministrare”. Sarebbe più corretto.
Dalle mie parti “governare” s’intende accudire gli animali.

Ma “noi” siamo qui per portarti un po’ di gioia.
Questo, per me, è il momento della sol
idarietà.
Vorrei restituire un po’ di quello che ho ricevuto.

Sarà una splendida giornata.

Vasco Rossi


Le fotografie sono di Alida Pantone, eccetto quella in vetrina, che è di Antonio Seprano.

Il nostro 1°Maggio nelle parole di Vasco Rossiultima modifica: 2009-05-01T09:37:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento