Questione morale: il caso econ a Conegliano

da Conegliano, epicentro dello scandalo della controllata Econ, azienda attiva nel trasporto rifiuti per i comuni che ha accumulato un buco di quasi due milioni, siamo voluti partire nella campagna per promuovere le proposte di Sinistra Democratica sulla questione morale. si tratt adi un locco di 13 proposte che va oltre la cotnrapposizione ai corrotti e cerca di incidere sui meccanismo criminogeni e sulle sacche di privilegio e di possibile deviazione dal corretto amministrare.

Vedi qui il testo delle 13 proposte.doc

vedi articolo su La Tribuna del 31 gennaio: le controllate rispondano al consiglio.doc

 

ZANELLA.jpg 

Scandalo Econ e politica: le responsabilità morali ci sono

 

GABRIELE ZANELLA *
Lasciamo pure alla magistratura ciò che della magistratura deve essere, vale a dire l’indagine su di eventuali comportamenti di rilevanza penale e civile in merito alla vicenda Econ-Conegliano Servizi-Savno-Aspica.
Ma un netto e doveroso discrimine tra questione giudiziaria e questioni morale e politica implica alcune riflessioni in merito a colpe che la questa classe politica, ha oggettivamente ed innegabilmente, in relazione al «buco» di 1,4 milioni di euro scoperto all’improvviso nei bilanci della Econ.
 Ci troviamo di fronte ad una classe dirigente, che di fronte ad un buco colossale, ad un dissesto finanziario senza precedenti nel nostro territorio, cade dalle nuvole e non riesce ad addurre la minima motivazione gestionale ed amministrativa che ha generato questa situazione.
 I vari Manfrenuzzi, Maniero, Zambon, Basciano, Szumski, non sanno far altro che giocare ad un indecente ping-pong, incuranti del fatto che un sistema che essi hanno generato, supportato e nel quale hanno convissuto, stia ricadendo impietosamente su trentaseimila cittadini coneglianesi e stia infangando il prestigio di una città e di un territorio.
 Un sistema, quello della gestione dei rifiuti e delle società partecipate, nel quale la priorità è stata la spartizione politica di sedie che andavano moltiplicandosi; l’amministrazione comunale di Conegliano si è ben guardata dal nominare persone sulla base di indiscusse capacità; ha preferito anteporre ed esse una logica lottizzatoria sulla base di appartenenze ai partiti di centrodestra. E contemporaneamente, per giustificare l’esistenza della partecipata Conegliano Servizi, chi ha governato Conegliano ha continuato ad esternalizzare ad essa le più svariate mansioni, sottraendole al controllo democratico del Consiglio Comunale. Ma quantomeno, la Giunta, c’era? Controllava? Evidentemente no, se Sindaci e Assessori alle Partecipate non sono mai intervenuti e ora dimostrano di non avere minimamente cognizione di causa.
 Perché è nata Econ? Forse perché Savno aveva già dimostrato di non essere appieno in grado di svolgere il proprio mestiere? E perché, anziché esercitare, all’epoca delle bollette pazze e dei 500 mila Euro di buco Savno, una azione forte all’interno del contesto del territorio, Zambon e Maniero hanno preferito abdicare a questo ruolo, che Conegliano poteva avere, ed immettersi in una pazza corsa solitaria creando Econ?
 Ora questi Signori ci hanno portato al capolinea, che cosa rimane: rimangono più di cinquanta lavoratori ai quali vanno date risposte serie, senza prenderli in giro: vanno cercate le vie per garantire lavoro in condizioni dignitose a coloro che avevano funzioni operative, che hanno svolto (a differenza di chi aveva responsabilità dirigenziali ed amministrative) in maniera stimabile il proprio operato.
 Rimangono decine di migliaia di utenti econ ai quali va garantita la continuità di un servizio. E, capitolo più difficile, trentaseimila coneglianesi, che si vedranno destinatari di una perdita, al 40% socializzata da una impresa privata, e al 60% da amministratori nominati da altri amministratori da loro eletti. Strano davvero questo capolinea. E’ il caso che i passeggeri facciano scendere l’autista!
(* Consigliere Comunale di Conegliano Sinistra Democratica

Questione morale: il caso econ a Coneglianoultima modifica: 2009-02-03T10:54:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento