odg contro le dimissioni in bianco

In Consiglio ordine del giorno contro le dimissioni in bianco

Nel Consiglio provinciale di domani, mercoledì 28 gennaio, verrà discusso un ordine del giorno presentato dai gruppi consigliari della sinistra (Sinistra Democratica, Unione per la Marca, Rifondazione Comunista) e del PD, per chiedere il ripristino del meccanismo per la prevenzione del fenomeno delle dimissioni in bianco introdotto dalla legge 188 del 2007.

La legge 188, promossa da Sinistra Democratica e approvata nel 2007 dall’allora maggioranza di centrosinistra e anche da parte del centrodestra, è stata totalmente abrogata dall’attuale Governo con il decreto 112 del giugno dell’anno scorso.

La legge prevedeva che le dimissioni per iscritto dovessero essere presentate dai lavoratori esclusivamente su moduli datati e con scadenza, pena la loro nullità. Questo semplice meccanismo rende del tutto impraticabile la pratica di far firmare al momento dell’assunzione una lettera di dimissioni con la data in bianco, da utilizzare come arma di ricatto nei confronti dei lavoratori. Si trattava di una misura semplice ma definitiva, che taglia la testa al toro e rende impossibili casi come quello di recente sollevato da una lavoratrice di Vittorio Veneto. Laddove fosse in vigore l’obbligo di modulo numerato, infatti, non vi sarebbe più motivo di contesa sulla data di effettiva redazione della lettera di dimissioni. Ne trarrebbero vantaggio sia i lavoratori, i quali non potrebbero più subire questa forma di malversazione, sia datori di lavoro, per i quali verrebbe meno una possibile fonte di contenzioso.

Auspichiamo perciò che dal Consiglio Provinciale di Treviso possa giungere uno stimolo al Parlamento affinché riconsideri l’opportunità di ripristinare il meccanismo già previsto dalla Legge 188.

Luca De Marco

Consigliere provinciale Sinistra Democratica

vedi sul tema post precedente: http://sdtv.myblog.it/archive/2008/12/15/contro-le-dimissioni-in-bianco-ordine-del-giorno-in-provinci.html

odg contro le dimissioni in biancoultima modifica: 2009-01-27T17:55:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento