Fermiamo la guerra

Appello a tutte le donne e uomini di buona volontà

Fermare la guerra a Gaza non è un obiettivo impossibile.

Sabato 17 gennaio 2009
ore 10.00

Incontriamoci ad Assisi
per la pace in Medio Oriente
in nome dei diritti umani e della legalità internazionale, gridiamo insieme:
“Fermatevi! Fermiamola!”

Quanti bambini, quante donne, quanti innocenti dovranno essere ancora uccisi prima che qualcuno decida di intervenire e di fermare questo massacro? Quanti morti ci dovranno essere ancora prima che qualcuno abbia il coraggio di dire basta?

La guerra deve essere fermata ora. Non c’è più tempo per la vecchia politica, per la retorica, per gli appelli vuoti e inconcludenti. E’ venuto il tempo di un impegno forte, autorevole e coraggioso dell’Italia, della comunità internazionale e di tutti i costruttori di pace per mettere definitivamente fine a questa e a tutte le altre guerre del Medio Oriente. Senza dimenticare il resto del mondo.

Giovani, donne, uomini, gruppi, associazioni, sindacati, enti locali, media, scuole, parrocchie, chiese, forze politiche: “a ciascuno di fare qualcosa!“

“Non ci sarà pace nel mondo finchè non regnerà in quelle terre piena pace. E tutti gli sforzi di pace in quelle terre avranno una ripercussione straordinaria sul pianeta intero.” Card. Carlo Maria Martini

I promotori dell’Appello “Dobbiamo fare la nostra scelta”
Tavola della Pace, Coordinamento Nazionale Enti Locali per la pace e i diritti umani, Acli, Agesci, Arci, Articolo 21, Cgil, Pax Christi, Libera – Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie, Legambiente, Associazione delle Ong italiane, Beati i Costruttori di pace, Emmaus Italia, CNCA, Gruppo Abele, Cipsi, Banca Etica, Volontari nel Mondo Focsiv, Centro per la pace Forlì/Cesena, Lega per i diritti e la liberazione dei popoli (prime adesioni)

Perugia, 7 gennaio 2009

______________________________________________________

Sinistra Democratica aderisce all’Appello per fermare la guerra a Gaza promosso da Arci, Legambiente, Acli ed altri

Sinistra Democratica aderisce all’iniziativa dell’Arci e delle altre associazioni. Facciamo appello a chi ha responsabilità politiche e a chi sente il dovere civile di intervenire perché sia rotto il silenzio su quanto sta accadendo in Palestina. Le Nazioni Unite, l’Unione Europea e l’Italia escano dall’immobilismo e si attivino per imporre imediatamente una tregua, per chiedere il pieno rispetto del diritto internazionale e per restituire la parola alla politica.

Fermiamo la guerraultima modifica: 2009-01-07T18:45:32+01:00da sdtv
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento