Gaza: c’è chi festeggia

IL BOMBARDAMENTO SU GAZA

israel_gaza_demonstration.jpg“A suon di musica festeggerei ciò che la forza aerea israeliana sta facendo”. Queste sono le parole pronunciate ad Al Jazeera da Ofer Shmerling, un funzionario della difesa civile israeliana, mentre venivano diffuse le immagini dell’ultimo massacro israeliano.

Poco tempo prima, caccia F-16 ed elicotteri Apache, forniti ad Israele dagli USA, avevano sganciato più di 100 ordigni su decine di postazioni nella striscia di Gaza, occupata da Israele, uccidendo almeno 195 persone e ferendone centinaia. Molte di queste postazioni erano stazioni di polizia, che, come in tutto il mondo, si trovano in mezzo ad abitazioni civili.

Molti tra i morti palestinesi sono agenti di polizia. Tra quelli etichettati come “terroristi” vi erano agenti del traffico in fase di addestramento. Un numero ancora sconosciuto di civili sono stati uccisi e feriti; Al Jazeera ha mostrato le immagini di diversi bambini morti, anche perché gli attacchi di Israele sono avvenuti nel momento in cui migliaia di bambini palestinesi erano sulla loro strada di casa da scuola.

La gioia di Shmerling è stato ripresa da israeliani e dai loro sostenitori in tutto il mondo; la loro violenza è giusta violenza. E’ “auto-difesa” contro i “terroristi” e quindi giustificata. I bombardamenti israeliani – come quelli americani e della NATO in Iraq e in Afghanistan – sono bombardamenti per la libertà, la pace e la democrazia.

dal sito comedonchisciotte.org

Gaza: c’è chi festeggiaultima modifica: 2008-12-28T10:11:03+01:00da sdtv
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento