Fascismo mediatico

I dati sull’informazione politica in Tv rilevati dall’Autorità di Garanzia sulle comunicazioni fotografano la situazione del regime informativo in Italia. Strapotere del Governo e del suo Presidente rispetto alle voci dell’opposizione. Strapotere, all’interno dello spazio dell’opposizione, del Partito Democratico984860685.jpg e dei suoi alleati (Idv e radicali) rispetto a chi è fuori del parlamento. Cancellazione dell’esistenza di Sinistra Democratica.

Il Financial Times scrive che “il trattamento che a Berlusconi viene riservato in alcune parti dei media sta raggiungendo livelli sudcoreani”. Il totale appiattimento del TG1 sull’apologia del Governo viene giustamente attaccato oggi su La Repubblica, che ricorda al direttore in maniche di camicia quanto sia lontano dal giornalismo anglosassone che ama scimmiottare.

L’altra faccia della  medaglia è quella di una rappresentazione dell’opposizione appiattita sul PD e i suoi alleati, tutta interna al Transatlantico. Gli italiani non devono sapere che la sinistra esiste ancora. Contano solo, per gli informatori televisivi, coloro che avranno voce in capitolo sulle future nomine degli informatori stessi.

Per tacitare le opposizioni non servono polizie segrete o atti violenti. Nell’era della telecrazia e nel paese con il più grande conflitto di interessi al mondo, sono i media l’olio di ricino dei nuovi squadristi.

vedi le rilevazioni dell’AGCom di settembre.pdf

LDM

Fascismo mediaticoultima modifica: 2008-10-18T15:12:00+02:00da sdtv
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento