il Quarello dalla Bindi al Bossi

Oggi Rosy Bindi dibatteva con il Di Pietro alla Festa nazionale del PD a Firenze. Tra le altre cose affermava che il PD deve ripensare ad una alleanza con la sinistra rimata fuori dal parlamento, e che a suo parere sarebbe stato meglio andare alle elezioni con una coalizione più ampia.

Qua da noi sfigati, invece, accade che il segretario provinciale prenda spunto da un precedente incontro svoltosi sempre alal Festa nazionale del PD, al quale era presente Bossi con Tremonti, per dire che lì si è registrata una certa convergenza e dunque alle amministrative 2009 il Pd nel trevigiano dovrebbe fare liste assieme alla Lega nei piccoli comuni (vedi articolo de La Tribuna  pd si allei con la lega.doc). Una emerita sciocchezza, come gli hanno detto anche i suoi, a cominciare dal segretario regionale Giaretta.

Il fatto triste è che alle primarie del PD il signor Quarello si è presentato nelle liste della Bindi. il triste è che il fatto di esser fortunosamente diventato segretario provinciale lo abbia portato a posizioni antitetiche alla Bindi nel giro di qualche mese. cosa non si fa per una seggiola, anzi “cadrega”, come direbbero gli agognati alleati del Quarello.

il Quarello dalla Bindi al Bossiultima modifica: 2008-08-30T02:32:00+02:00da sdtv
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento