diamo un nome alla casta: a cominciare da quella di Varese e dintorni

E’ tornato di moda il discorso sulla casta. Benissimo, purché l’attenzione ai costi e agli sprechi della politica, e la denuncia delle condizioni di privilegio, siano una pratica costante dei media nazionali e locali e non si limitino a periodiche ondate di indignazione che alla fine risultano inutili. E purché non si faccia di tutta un’erba un fascio, e alla … Continua a leggere

Sprechi della Provincia: vanno eliminati con il voto

Gli sprechi degli amministratori vanno puniti con il voto. Sprecare non deve pagare elettoralmente. E De Mitri si ricordi di quanto era assessore   Che la Provincia di Treviso sia eccessivamente dedita allo spreco di denaro pubblico lo diciamo da parecchi anni. Spesso in assoluta solitudine. L’inchiesta de La Tribuna di Treviso sul costo dei rinfreschi da parte dell’Amministrazione Provinciale … Continua a leggere

Con la scusa della casta

L’imbroglio di Zaia  Il presidente della Regione Luca Zaia, sempre abile nella propaganda mediatica, sta in questo periodo imbracciando la proposta di dimezzare i consiglieri regionali, come contributo alla lotta alla casta che va tanto di moda negli ultimi tempi. Non si capisce perché il Presidente Zaia non cominci a dare lui il buon esempio, riducendosi l’indennità anche oltre il … Continua a leggere

I deputati trevigiani leghisti non cerchino anche stavolta di salvare gli amici di Silvio

Grazie alle intercettazioni telefoniche è emerso un risvolto trevigiano dell’inchiesta sulla PB, con il parlamentare del PDL Papa che briga per dirottare l’attenzione delle forze di polizia su un auto di lusso, probabilmente una sua regalìa del tipo al quale ci ha abituato Berlusconi con le cosiddette “Olgettine”. Diversamente dal suo capo che chiamava la Questura di Milano per far … Continua a leggere

la statua e la moglie del senatore

L’Assessore regionale Manzato chiede a Galan di destinare agli alluvionati i 100.000 euro previsti per una statua nella nuova sede degli uffici del ministero dell’Agricoltura a Susegana. Un consiglio all’Assessore Manzato: i 100.000 euro per gli alluvionati perchè non gli chiede alla famiglia Bossi, che ne ha presi 800.000 per la scuola padana di Varese ? La questione sui 100 … Continua a leggere

La Lega contro la Rai: chi è causa del suo mal…….

Vista la scarsa copertura informativa data all’alluvione, la Lega, sempre più evidentemente impegnata a speculare politicamente sulla pelle dei cittadini colpiti dall’alluvione, invita ora a non pagare il canone Rai. Ci sentiamo di porre alcune domande ai leghisti: 1. La Lega è notoriamente il miglior alleato di Berlusconi, per il quale è disposta a votare tutte le leggi porcata del … Continua a leggere

la combriccola del bunga fuma il sigaro sull’alluvione

La comparsata di Berlusconi con il codazzo padano in terra veneta resterà nella storia per la fredda accoglienza ricevuta dalle popolazioni e per la consueta cafonaggine di questi beceri governanti. La stampa locale non ha potutto trattenersi dal fare alcune giuste notazioni in proposito: corsivo de Il Gazzettino a pag. 2: “L’APPUNTO MA COTA E RENZO CHE CI FACEVANO Lì ? … Continua a leggere

Forchettoni leghisti al cinema

  Finanziamenti pubblici al cinema: con che faccia la Lega apre bocca dopo il fiasco del film su Alberto da Giussano e quello in preparazione su Marco D’Aviano ? l comune di Treviso ha ritirato pochi giorni il permesso, già concesso, a effettuare in città le riprese del film di Francesco Patierno “Cose dell’altro mondo”, con Diego Abatantuono. Sono così volati via … Continua a leggere

Lega contro magistratura

L’accusa di Da Re contro la magistratura: si è perso il senso del ridicolo Il sindaco di Vittorio Veneto indirizza una lettera aperta al procuratore protestando per il mancato appello contro l’assoluzione di una cittadina vittoriese che aveva gridato “vergognatevi!” durante una seduta del Consiglio Comunale, e per questo era stata denunciata. Il Sindaco Da Re ha perso il senso … Continua a leggere

Treviso antidemocratica

La Giunta di Treviso dà spazio sui muri solo alla Lega i forchettoni leghisti stravolgono le norme e si prendono tutti gli spazi per le affissioni, lasciando solo le briciole al centrosinistra Un manifesto di Zaia “opportunamente corretto” In campagna elettorale l’affissione di manifesti è consentita solo negli spazi delimitati dai comuni, sui muri o sui tabelloni metallici. Gli spazi … Continua a leggere